Mi trovo in:

Registri, albi, certificazioni »  + Diritto annuale e rimborsi vari  

(Rss) Rimborsi compensazioni e sgravi

Rimborso e compensazione del diritto annuale

L'impresa che per errore versa un diritto annuale non dovuto, può ricorrere alle seguenti modalità di recupero del tributo:

COMPENSAZIONE FISCALE

Qualora il versamento sia stato fatto con modello F24, l'impresa potrà recuperare l'importo versato in eccedenza tramite procedura di compensazione operata all'interno della "sezione IMU ed altri tributi locali" .

La compensazione fiscale potrà essere operata:

  • Solo se il versamento è stato effettuato con modello F24
  • Indicando gli stessi codici del versamento originario ed inserendo l'importo nella colonna "Importo a credito" anziché in quella del debito
  • Con qualsiasi tributo o contributo a debito, compreso il diritto annuale eventualmente dovuto per annualità diverse da quelle per le quali sussiste il credito
  • Al massimo entro 24 mesi dalla data di versamento, ai sensi dell'articolo 10, D.M. 11 maggio 2001, n. 359

N.B. Si rammenta che, come disposto dalla Circolare n. 558252 del 16/10/2003 che si allega in calce alla presente notizia, i codici tributo relativi agli interessi (3851) e alle sanzioni (3852) non possono essere oggetto di compensazione fiscale.

 

RIMBORSO

Qualora la modalità di pagamento sia diversa dal modello F24, l'impresa potrà richiedere il rimborso con istanza in carta libera, utilizzando l'apposito modulo
La domanda deve essere presentata:

  • In carta libera, allegando al modulo di richiesta, la ricevuta in originale dell'avvenuto pagamento
  • entro 24 mesi dalla data di versamento, ai sensi dell'articolo 10 D.M. 11 maggio 2001 n. 359

Modulo per richiedere di rimborso del diritto annuale

Circolare Ministeriale sulla possibilità di compensare i tributi del diritto annuale

 

Rimborso quote erroneamente versate dall'utenza

L'impresa che versa erroneamente quote a favore della Camera di Commercio di Ancona può richiederne il rimborso compilando il modulo qui sotto allegato ed inviandolo all'indirizzo indicato oppure al n. di fax 071 5898351
Si prega di prestare attenzione, in sede di compilazione del modello suddetto, oltre ai dati anagrafici del soggetto richiedente, anche all'inserimento della motivazione per cui si chiede il rimborso e all'indicazione della modalità con cui si vuole che lo stesso venga eseguito (assegno di quietanza o bonifico bancario). Si ricorda a tal proposito che, ai sensi dell’art. 16 comma 7 del DPR 254/05, le spese derivanti dalle modalità di pagamento sono poste a carico del richiedente
Alla richiesta va obbligatoriamente allegato l'originale dell'attestazione e dell'eventuale ricevuta del versamento effettuato. Qualora la richiesta riguardi un versamento eccedente, può essere allegata, anzichè l'originale, la copia conforme dell'attestazione del pagamento.

N.B. Si ricorda che le richieste di rimborso dell'imposta di bollo erroneamente versata vanno presentate all'Agenzia delle Entrate.


In calce al modulo di rimborso viene riportata l'informativa sulla privacy.

Modulo per richiedere il rimborso quote erroneamente versate

 

Richiesta di sgravio per somme non dovute relative al Diritto Annuale

In tutti i casi in cui il contribuente riceva una cartella esattoriale, relativa al mancato pagamento del diritto annuale, di cui ritiene non dovuto, in tutto o in parte, il pagamento, dovrà presentare all'ufficio Diritto Annuale della Camera di Commercio apposita richiesta di sgravio. L'istanza deve essere presentata compilando il presente Modulo per richiesta di sgravio, firmandolo digitalmente ed allegando i documenti richiesti.

 

 

 

 

 

 

 

 




Calendario eventi

  • precente <
  • {{selectedDate.format('MMMM YYYY')}}
  • seguente >

LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM
{{giorno.format('D')}}



Vai allo Skip Menu