Vai allo Skip Menu

FAQ - BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PARTECIPAZIONE A MANIFESTAZIONI FIERISTICHE



LA DOMANDA DI CONTRIBUTO DOVRA' ESSERE INVIATA ESCLUSIVAMENTE PER VIA TELEMATICA AL SEGUENTE INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DELLE MARCHE  cciaa@pec.marche.camcom.it COSI COME PREVISTO DAL BANDO

1) Domanda Se un’azienda vuole richiedere i contributi per la partecipazione a due manifestazioni fieristiche di tipologie diverse, deve presentare uno o due moduli di domanda?
Risposta Come si legge all’art. 5 comma 2, ciascuna impresa, pena l’esclusione, potrà presentare solo DUE domande con riferimento al presente bando, da scegliere tra le quattro tipologie previste dall’art. 4 comma 4 (A, B, C, D) e non sulla stessa tipologia.
Quindi deve presentare due domande e le stesse domande però non possono essere fatte per la stessa tipologia (per tipologia si intendono le destinazioni A, B, C, D). Per ciascuna domanda l’impresa può presentare documentazione consuntiva relativa a costi riferite anche a più di una ferie purché della medesima tipologia.

2) D Qual è il contributo massimo concedibile a ciascuna azienda ?
R è il 50% della documentazione presentata fino al massimale previsto per ciascuna tipologia dell'art. 4 ( A, B, C, D)

3) D La fiera a cui ho già partecipato era una collettiva coordinata da un Ente pubblico che in parte ha coperto i costi. Posso fare domanda per il vostro contributo?

R No, in questo caso non è possibile fare domanda. Se infatti le spese per la  manifestazione fieristica sono state già coperte, anche solo in parte, da altro contributo pubblico, non si può beneficiare anche di quello erogato dalla Camera di Commercio delle Marche. 

4) D Qual è la tipologia delle aziende beneficiarie?
R Micro Piccole Medie Imprese con sede o unità operativa nelle Marche e....... (vd. art. 2)

5) D Ad esclusione dei consorzi e dei T.O. come specificato nel bando, sono ammessi tutti i codici Ateco? R SI

6) D Possono partecipare al bando solo le aziende manifatturiere o anche le società commerciali ? R Tutte le aziende secondo quanto previsto dall'art. 2.

7) D Quale documentazione occorre presentare in relazione a fiere a cui si deve ancora partecipare?
R Per le fiere "future", ovviamente, si possono presentare i documenti disponibili al momento in cui l'impresa decide di fare domanda e relativamente a tutti costi già sostenuti per la fiera, pagati e quietanzati. Quindi va bene il modulo di adesione, le fatture quietanzate disponibili....le foto sono una tipologia di documentazione che è possibile produrre, ovviamente solo se la fiera è stata fatta, la loro mancanza non inficia la partecipazione al bando, ma potrebbero esserci ad esempio l'iscrizione al catalogo, il layout dello stand, etc.. Certamente però le quietanze dovranno essere irrevocabili.

Le domande possono essere presentate dal 15 aprile al 31 luglio 2019, quindi se si vuole aspettare la conclusione della fiera, l'azienda è libera di farlo.

Occorre però considerare che il bando all'art. 4 informa che il contributo viene concesso in misura pari a quanto di seguito specificato:

A. Fiere in Italia: 50% dei costi sostenuti e documentati, al netto dell’IVA, per le voci di cui
sopra fino ad un massimo di 2.000,00 Euro;

B. Fiere all’estero (in paesi UE): 50% dei costi sostenuti e documentati, al netto dell’IVA, per le
voci di cui sopra fino ad un massimo di 2.500,00 Euro;

C. Fiere all’estero (in paesi EXTRA UE): 50% dei costi sostenuti, al netto dell’IVA, per le voci di cui
sopra fino ad un massimo di 3.500,00 Euro;

D. Fiere nelle Marche: 50% dei costi sostenuti e documentati, al netto dell’IVA, per le voci di
cui sopra fino ad un massimo di 400,00 Euro, con un fondo complessivo disponibile di
Euro 60.000,00.

Quindi, facendo un esempio per la tipologia B, se la vostra azienda per una fiera prevista per il prossimo giugno ha già avuto costi per euro 5.000,00, presentando oggi la domanda, ha una maggiore probabilità di vedersi già riconosciuto il plafond massimo a sua disposizione. Se non si hanno fatture per tutti i 5.000 euro, l'impresa decide cosa fare in funzione delle fatture già pagate e del possibile valore aggiuntivo delle future fatture ancora da pagare e da inserire nella rendicontazione.


8) D In particolare, viene chiesto di indicare barrando
che, ai fini del trattamento fiscale del contributo richiesto, l’attività svolta in occasione dell’iniziativa a sostegno della quale la Camera di Commercio concede il contributo: (barrare l'opzione corretta)
• rientra
• non rientra
tra quelle produttive di reddito di impresa previste dall’art. 55 del D.P.R. 22 dicembre 1986 n. 917 (Testo Unico delle Imposte sui Redditi) e, pertanto, richiede che la Camera di Commercio
• operi
• non operi
la ritenuta del 4%, di cui all’art. 28 del D.P.R. 600/73 sul contributo da liquidare, esonerando, in relazione a quanto dichiarato, la Camera di Commercio di Ancona da ogni responsabilità a livello fiscale, amministrativo e penale, qualora quanto dichiarato non dovesse corrispondere al vero per diversa imposizione accertata dai relativi Uffici Fiscali;

Verificato se si rientra o meno tra le attività produttive di reddito di impresa previste dall’art. 55 del D.P.R. 22 dicembre 1986 n. 917 qual è la discriminante per barare la ritenuta del 4%. ?

R Premesso che questo Ente è sostituto di imposta e quindi è obbligato ad applicarla, salvo cause di esclusione previste dalla normativa e dichiarate dall'impresa.
Pertanto, la dichiarazione verrà controllata dai nostri uffici: in particolare la ritenuta sarà applicata direttamente dall'Ente, escludendo i casi di legge, previa verifica dell'iscrizione al registro delle imprese e dello svolgimento di attività commerciale, anche se occasionale, da parte del richiedente.

9) D L'indirizzo PEC dal quale viene trasmessa la domanda di contributo deve essere associato all'impresa per la quale viene richiesto il contributo oppure la domanda può essere presentata dall'indirizzo PEC di un altro soggetto autorizzato (delegato) dall'impresa alla presentazione della domanda stessa?
R All'art.5 del Bando, comma 3, si legge:
E’ obbligatoria l’indicazione di un indirizzo PEC, presso la quale l’impresa elegge il domicilio ai fini della procedura e tramite cui saranno gestite tutte le comunicazioni successive all’invio della domanda. Quindi sono previste entrambe le opzioni richieste, ma si raccomanda al delegato di presidiare la pec per eventuali comunicazioni. Ovviamente una pec per ogni domanda.

10) D E’ necessario aver partecipato alla manifestazione fieristica prima di trasmettere la domanda di contributo? Oppure è possibile presentare domanda di contributo per le spese già sostenute, con possibilità di integrare la domanda successivamente, nei termini di apertura del bando, con la documentazione a riprova della partecipazione alla fiera?
R All'art. 3 del Bando vi è la finestra temporale entro cui la fiera deve avvenire e all'art. 5 del Bando si elenca la documentazione da allegare alla domanda.
Se l'impresa ha già la conferma di partecipazione, le spese già quietanzate (bonifico irrevocabile) ed ha possibilità di presentare una qualche documentazione che attesti la partecipazione individuale, la domanda può essere presentata, ma non può essere successivamente integrata con ulteriori spese sostenute dopo la presentazione dell'istanza.

11) D Al punto n. 5 del bando vengono specificati i documenti da allegare alla domanda, tra cui la "1. copia del documento di adesione alla manifestazione fieristica sottoscritta dal legale rappresentante dell’impresa".
Nel nostro caso, l'iscrizione è avvenuta in maniera telematica e la conferma ufficiale della partecipazione allo stand è avvenuta a seguito di pagamento della fattura inviataci dall'ente fiera. A seguito del pagamento, ci è poi pervenuta conferma ufficiale dello stand.
Devo quindi allegare questi due documenti (fattura+conferma stand) in sostituzione del documento di adesione firmato e timbrato, dato che è un documento non previsto per questo tipo di manifestazione?
R Se la modalità di iscrizione è on line, va bene la modalità/documentazione proposta dall'Ente fiera per la conferma di partecipazione in vs. possesso.
Si ricorda che all'art. 5 del bando sono elencati i documenti necessari da allegare all'istanza ai fini dell'ammissione al bando in argomento.


12) D Visto che ciascuna azienda può presentare richiesta di contributo fino a 2 fiere, es. 1 in Italia, 1 all'estero, occorre presentare un'unica domanda per entrambe le fiere, oppure le domande devono o possono essere disgiunte?
R L'art. 5 recita:
Ciascuna impresa, pena l’esclusione, potrà presentare solo DUE domande con riferimento alpresente bando, da scegliere tra le quattro tipologie previste dall’art. 4 comma 4 (A, B, C, D) e non sulla stessa tipologia.
Ogni domanda una sola tipologia di fiera (A,B,C,D) , la seconda domanda non può essere fatta per la stessa tipologia di fiera della precedente.

13 ) D Nel caso, soprattutto di importanti fiere internazionali, in cui pur svolgendosi la manifestazione nel periodo 1.1.2019-30.6.2019, il pagamento dello spazio espositivo e dell'allestimento stand sia avvenuto antecedentemente al 1.1.2019, ovvero a dicembre 2018, tale costo potrà essere presentato?
R Certamente, la finestra temporale 1.1.2019-30.6.2019 è vincolante solo per la data della manifestazione non per il pagamento delle fatture.


14) D La domanda inviata via PEC dovrà comunque riportare marca da bollo da 16.00 euro?
R No, non è previsto il pagamento di una marca da bollo.

15) D Il modello per la richiesta di contributo deve essere presentato dopo aver partecipato alla fiera o può esser presentato all’apertura dello sportello?
R All'art.5 del bando, la domanda al momento della presentazione a questa Camera di Commercio, momento che decide solo l'impresa richiedente, deve essere corredata da:
1. copia del documento di adesione alla manifestazione fieristica sottoscritta dal legale
rappresentante dell’impresa;
2. copia delle fatture per le voci di spesa previste dall’art. 4 del bando, opportunamente
quietanzate: le modalità di quietanza dei documenti contabili possono consistere anche,
ad esempio, in una fotocopia del bonifico bancario irrevocabile;
3. documentazione attestante la partecipazione individuale dell’impresa (es. materiale
fotografico a colori in formato grafico dello stand realizzato, iscrizione nel catalogo ufficiale
della fiera, etc.).Se ha questa documentazione può presentare domanda dal 15 aprile in poi via pec.

16) D Le aziende che hanno partecipato alle fiere ammissibili a contributo tramite un consorzio, possono presentare domanda di agevolazione allegando le fatture emesse dal Consorzio verso l'azienda partecipante?
R Questa modalità non è prevista dall'art. 5 del Bando, in quanto si presuppone la partecipazione individuale dell'impresa alla fiera.

17) D Se un'azienda vuole chiedere il contributo per la partecipazione a due fiere, una che si tenuta in Italia e l'altra all'estero, e alla data di presentazione della domanda entrambe le fiere si sono gi svolte, può presentare un'unica domanda di agevolazione oppure obbligatorio, in tal caso, presentare due domande di agevolazione? R Due domande secondo quanto previsto dall'Art.5, comma 2, del Bando.

18) D Viene ammessa a contributo una fattura che stata pagata per met del suo importo totale se comunque il contributo viene richiesto esclusivamente sulla parte quietanzata e tale parte, sommata agli importi di altre fatture, consente di raggiungere l'importo di spesa ammissibile corrispondente al massimo importo di contributo ottenibile?
R Secondo l'art.6 del Bando, " .... dopo aver verificato i requisiti previsti dall’art.2 del bando, si passerà a controllare la correttezza della documentazione di spesa rendicontata. Sara quindi verificato il totale delle spese ammesse sulla base del quale, secondo quanto illustrato nell’art. 4, si calcolerà il valore del contributo riconosciuto". Pertanto, premesso che ci sia la documentazione richiesta, il contributo si calcolerà in base alle fatture presentate: ammissibili per tipologia di costo e debitamente quietanzate.

19) D Quali documenti occorre allegare come prova dell'avvenuto pagamento delle fatture sulle quali si chiede il contributo?

R Dall'art. 5 del bando, "....le modalità di quietanza dei documenti contabili possono consistere anche, ad esempio, in una fotocopia del bonifico bancario irrevocabile". Dipende dalle modalità di pagamento

20) D riguardo alla manifestazione in Italia, vorrei presentare le spese per l’allestimento che ci è stato fornito da una ditta privata e quindi non dall’ente fiera La spesa è ammissibile? 

R SI è possibile presentarla, ma deve essere accompagnata anche dall'adesione individuale all'Ente fiera e la fattura dello stand deve essere emesso dall'Ente fiera e intestato alla vostra azienda (come da comma dell'art.5 del Bando  ”….inoltre tutte le fatture e documenti contabili dovranno essere emessi direttamente dal soggetto promotore della fiera, a cui è stata data adesione formale nel punto 1 del ……. ”, successivamente da voi citato).

Autore: Silvia Veroli

Calendario eventi

  • precente <
  • {{selectedDate.format('MMMM YYYY')}}
  • seguente >

LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM
{{giorno.format('D')}}



Vai allo Skip Menu