Vai allo Skip Menu

Nomina Arbitri negli arbitrati amministrati e gestione delle procedure



L’arbitrato è una procedura di risoluzione delle controversie alternativa alla giustizia ordinaria in cui le parti decidono di sottoporre la definizione della lite ad uno o più soggetti privati, detti arbitri,  che emettono un provvedimento finale, il lodo, variamente vincolante.

L'arbitrato amministrato dalla Camera Arbitrale Leone Levi della Camera di Commercio di Ancona garantisce il rispetto di limiti temporali prestabiliti e l’applicazione di prezzi predeterminati in base al valore della controversia. Per ulteriori dettagli sulle caratteristiche del servizio consulta la sezione del sito camerale.

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

L’ufficio assolve le seguenti funzioni: 1) ricezione della domanda di arbitrato; 2) ricezione della memoria di risposta, con eventuale domanda riconvenzionale; 3) nomina degli arbitri, se di competenza della Camera Arbitrale, 4) assistenza nelle udienze; 5) assistenza nella redazione di convenzioni arbitrali da inserire negli articolati contrattuali, nei regolamenti, nei formulari in relazione alle esigenze delle parti.

I SOGGETTI INTERESSATI AL SERVIZIO
  • Consumatori

  • Imprese

  • Associazioni di categoria e dei consumatori

  • Professionisti

  • Enti

UNITA’ ORGANIZZATIVA RESPONSABILE

Segreteria della Camera Arbitrale Leone Levi

RESPONSABILE DEL SERVIZIO E RECAPITI


Michele De Vita

Tel. 071/5898233 fax.071/5898322

Mail: regolazione.mercato@an.camcom.it

PEC: cciaa@an.legalmail.camcom.it

 

LINK DI ACCESSO AL SERVIZIO ON LINE

non previsto

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALL’ISTANZA E MODULISTICA

 

COSTI E MODALITA’ PER L’EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI

Per i costi del procedimento vedi tabella.

Nell’apposita sezione dedicata del sito istituzionale l’utente potrà verificare le modalità con cui effettuare i pagamenti

UFFICIO A CUI RIVOLGERSI PER INFORMAZIONI

Segreteria della Camera Arbitrale Leone Levi

TERMINI DI LEGGE O DA REGOLAMENTO

 

Emissione del lodo entro 180 giorni dalla costituzione del Tribunale Arbitrale

Se le parti non hanno diversamente disposto, il termine può essere prorogato prima della scadenza e per non più di novanta giorni, anche più volte, con provvedimento del Comitato Tecnico della Camera Arbitrale se tutte le parti richiedono concordemente la proroga con istanza scritta e motivata:

  • se debbono essere assunti mezzi di prova;

  • se è disposta consulenza tecnica;

  • se è pronunciato un lodo parziale;

  • se è modificata la composizione del Tribunale Arbitrale nel corso del procedimento;

  • se sussistono giustificati motivi insindacabilmente valutati dal Comitato Tecnico

 QUALITA’ DEL SERVIZIO

Tempestività
  • La Camera garantisce per l'80% delle nomine dell’arbitro o degli arbitri di competenza della Camera Arbitrale (in base alla clausola compromissoria o al Regolamento ) in un tempo massimo di 15 giorni dal ricevimento degli atti iniziali delle parti

Trasparenza

  • La Camera assicura il monitoraggio e la rendicontazione sugli standard di qualità garantiti tramite la pubblicazione della Relazione sulla Performance

Accessibilità

  • La Camera garantisce la più ampia accessibilità al servizio tramite:

 

Data di pubblicazione: 12/12/2013

Data di aggiornamento: 16/01/2017

Autore: Gabriella Gasperini

Calendario eventi

  • precente <
  • {{selectedDate.format('MMMM YYYY')}}
  • seguente >

LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM
{{giorno.format('D')}}



Vai allo Skip Menu

?